Il castello di Gala a P¨bol

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il castello di Gala a P¨bol

Messaggio  LucaMenes il Sab Mag 26, 2012 11:28 am


Nel 1969 DalÝ acquista questo castello per regalarlo alla moglie Gala, stanca delle continue feste che DalÝ dava nel patio della casa di Port Lligat ogni sera. Gala desiderava un posto tranquillo solo per lei, lontano dalle numerose persone che circondavano DalÝ e per avere la possibilitÓ di vivere in pace le sue scappatelle extraconiugali (tollerate dal marito).

Gala si rifugi˛ qui nelle estati tra il 1970 al 1980 per brevi periodi inizialmente e poi con il passare degli anni i periodi si allungavano.

Quando il pittore acquist˛ il castello era molto deteriorato e lo fece restaurare secondo il proprio gusto prima di consegnarlo a Gala, intervenendo personalmente creando appositamente trompe l'oeil, affreschi sul soffitto, sedie dipinte a mano, lampade particolari... e i pi¨ interessanti copritermosifoni con dipinti termosifoni: Gala odiava si vedessero i termosifoni nella casa e chiese a DalÝ di dipingere un pannello in legno che li coprissero. DalÝ per "prenderla in giro" vi dipinse un trompe l'oeil dettagliatissimo con dipinti proprio dei termosifoni. Tante idee per fare in modo che Gala, pur lontana dal marito, potesse continuamente pensare a lui.


"Copritermosifoni"


Il castello ha anche un giardino molto particolare, sempre progettato da DalÝ con statue di elefanti dalle quali esce l'acqua per annaffiare le piante e una piscina con installati busti di Wagner.

Nel 1982 Gala venne sepolta nel castello, creando appositamente una doppia cripta che inizialmente doveva contenere anche le spoglie di DalÝ, ma alla fine fu sepolto a Figueres all'interno del suo amato Teatro-Museo.

Alla morte di Gala, DalÝ si trasferisce qui trasformando un p˛ il castello e creando quello che sarÓ il suo ultimo atelier nel quale dipinge fino al 1983, anno in cui un cortocircuito (provocato involontariamente proprio da lui) manda in fiamme il letto in cui sta riposando e miracolosamente il fotografo-amico Robert Descharnes attirato dalle grida riesce a trascinarlo fuori dalla stanza. Da questo momento anche DalÝ abbandona il castello per stabilirsi definitivamente a Figueres.


L'ultimo piccolo atelier dell'Artista


Alcuni scritti di DalÝ sul castello:
Gala mi prese la mano e all'improvviso mi disse: "grazie ancora una volta. Accetto il castello di Pubol ma a una condizione: che tu venga a trovarmi soltanto dietro invito scritto ". Questa condizione, che lusingava le mie raffinatezze masochistiche, mi entusiasm˛. Pubol diventava il castello inespugnabile che Gala era sempre stata.
(S.DalÝ - The world of Salvador DalÝ)

"Ho visto nella facciata qualcosa di sublime: non solo Ŕ sgretolata, ma nella crepa forma un incavo che dÓ l'impressione che vi Ŕ stato un cataclisma, un terremoto; che una parte ha resistito solidamente e l'altra si Ŕ separata ed Ŕ crollata. Pertanto, questo non va toccato, bisogna lasciarlo cosý com'Ŕ ".
(Da E.Puignau, Vivencies amb Salvador DalÝ)


Gli elefanti nel giardino


Il castello di Gala a P˙bol Ŕ stato aperto al pubblico nel 1996 ed Ŕ gestito dalla Fondazione Gala Salvador DalÝ, tutte le informazioni per visitarlo sia realmente che virtualmente le trovate qui:
http://www.salvador-dali.org/museus/pubol/es_historia.html

Qui invece trovate una guida del castello molto interessante:
http://www.portalturismohotel.com/museo-pubol.htm

Altre foto fatte da me al castello: https://picasaweb.google.com/111518420595752052985/IlCastelloDiGalaAPubol#



Qualcuno di voi c'Ŕ stato? Se vi va condividete commenti e foto...! cheers
avatar
LucaMenes
FONDATORE
FONDATORE


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum