Salvador Dalì & suo figlio.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  dragunoff il Dom Ott 28, 2012 1:01 pm

Ciao a tutti. Recentemente mi è stato regalato il meraviglioso libro di Robert Descharnes, Dalì, l'opera pittorica. Questo mi ha riacceso la curiosità e la voglia di girare per la rete alla ricerca di informazioni sulla vita e le opere del Maestro. Gira che ti gira ho avuto un sussulto quando mi sono imbattuto in Josè Van Roy Dalì.
A quanto sostiene egli sarebbe il figlio naturale di Gala e Dalì, ma io so che Gala ebbe una isterectomia in torno agli anni 30 e, cosa non da sottovalutare, in nessuna biografia ufficiale di Dalì viene fatta menzione di un figlio della coppia. Recentemente venne fuori la notizia di una donna spagnola che sosteneva essere figlia illegittima di Dalì ed un altra donna, ma di questo signore ( per altro residente in Italia) non ne avevo mai sentito parlare. Qualcuno di voi lo conosce, sa come mai nessuno ha mai scritto di lui? Insomma chiedo lumi a voi che mi parete piuttosto informati.
Saluti!
avatar
dragunoff
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  LucaMenes il Dom Ott 28, 2012 2:48 pm

Ciao,
bella domanda la tua... Avevo iniziato tempo fa a fare luce ed informare bene che Dalí e Gala non hanno MAI avuto figli quando (in un altro Forum) è entrato nella discussione questo Josè minacciando querele e quant'altro e da allora mi sono fermato, non ho tempo ne denaro per immischiarmi in queste cose. In ogni caso dalla Fondazione Gala Dalí di Figueres mi hanno più volte ribadito che la coppia non ha avuto figli. Purtroppo però loro che dovrebbero essere attentissimi su questo argomento lo lasciano agire indisturbato e questa sinceramente è una cosa che non tollero! Mad
avatar
LucaMenes
FONDATORE
FONDATORE


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  dragunoff il Dom Ott 28, 2012 3:00 pm

Mmmm... Ho capito. Diciamo che la tua risposta è in linea con ciò che pensavo di questo signore. Se poi anche alla Fondazione confermano, direi che non c'è bisogno di aggiungere altro Wink ...
avatar
dragunoff
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  Miss Stefania il Mer Nov 28, 2012 12:33 pm

la Fondazione dovrebbe tutelarsi da queste situazioni...all'inizio possono portare curiosità, pubblicità e rinnovato interesse sul personaggio Dalì, ma poi potrebbero avere ripercussioni anche economiche sul suo lavoro.
avatar
Miss Stefania
Affezionato
Affezionato


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  dragunoff il Mer Nov 28, 2012 2:03 pm

io nel mio piccolo ho fatto una correzione su wikipedia. Ora nella sezione che va "dal 29 alla fine della Seconda guerra mondiale" dove viene citato "il figlio" ho aggiunto un "senza fonte". Siamo l'unica wiki al mondo dove è presente quest'affermazione, dato che la fondazione ha smentito, e dato che in nessuna biografia e in nessun altra wiki la notizia è presente, ho ritenuto segnalare il fatto e successivamente fare l'aggiunta. Non sarà molto, ma almeno così la notizia verrà presa con le pinze.
avatar
dragunoff
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

in risposta alla diatriba sul figlio di Dalì

Messaggio  rosas il Dom Dic 02, 2012 1:11 pm

dragunoff ha scritto:io nel mio piccolo ho fatto una correzione su wikipedia. Ora nella sezione che va "dal 29 alla fine della Seconda guerra mondiale" dove viene citato "il figlio" ho aggiunto un "senza fonte". Siamo l'unica wiki al mondo dove è presente quest'affermazione, dato che la fondazione ha smentito, e dato che in nessuna biografia e in nessun altra wiki la notizia è presente, ho ritenuto segnalare il fatto e successivamente fare l'aggiunta. Non sarà molto, ma almeno così la notizia verrà presa con le pinze.

Buongiorno,sono anche io una appassionata di Dalì... e come non esserlo! In passato (anni 80) in più di qualche occasione sono stata in Spagna, ovviamente anche a Figueres ...non solo per visitare il fantastico Museo.

Durante questi miei viaggi mi e' capitato di leggere in loco svariati articoli sui quotidiani e settimanali che affermavano l'esistenza di questo figlio, inoltre nel 1984, trovandomi a Figueres nel nel Museo Dalì, ho visto di persona accogliere questo signore dall'allora segretario della Fondazione, tale Francisco Verges con tutti gli onori del caso e credo di aver conservato anche qualche foto dell'inconsueto avvenimento.
In un recente passato ho smesso di seguirVi assiduamente proprio a causa di un precedente accanimento esagerato a mio avviso, nei confronti di una singola persona... solo perché un organismo come la Fondazione (nato nel 1983)non si sbilancia ufficialmente... ma diffama di fatto, subdolamente e privatamente, un individuo nato nel 1940... che quando il presunto genitore era ancora in vita... accoglieva con tutti gli onori.
Scusate per l'intrusione e per aver commentato qualcosa che non mi riguarda da vicino...ma non ho saputo resistere.
Nemmeno in un legittimo tribunale esiste un simile
accanimento che appare reiteratamente lesivo e persecutorio da parte vostra,il fatto di insistere su notizie che non conoscete a fondo potrebbe portarvi a risponderne in giudizio per diffamazione.
P.S. Ne "La mia vita segreta" scritto integralmente da Dalì e tradotto splendidamente in italiano da Irene Brin... in merito all'intervento subito da Gala nel 1936,a pag.30 recita quanto segue: ..."c'erano gli strumenti delicati quanto il bisturi e la terrina colma di farina per attutire i colpi destinati ad un paio di seni femminili..."
P.S. La vostra presa di posizione mi sembra una condanna preventiva e senza appello.
Cordiali saluti

rosas
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  LucaMenes il Dom Dic 02, 2012 7:08 pm

rosas ha scritto:In un recente passato ho smesso di seguirVi assiduamente proprio a causa di un precedente accanimento esagerato a mio avviso, nei confronti di una singola persona... solo perché un organismo come la Fondazione (nato nel 1983)non si sbilancia ufficialmente... ma diffama di fatto, subdolamente e privatamente, un individuo nato nel 1940... che quando il presunto genitore era ancora in vita... accoglieva con tutti gli onori.

La Fondazione non è che non si sbilanci, ha dichiarato in più occasioni che Dalí e Gala non hanno mai avuto figli. Non vedo la necessità della Fondazione di tenere nascosto un evento simile, dovrebbe essere un patrimonio avere un figlio di Dalí in vita... quindi davvero non vedo motivi per cui la Fondazione non dovrebbe "accettare" e dichiarare apertamente di questa strana presenza.

P.S. La vostra presa di posizione mi sembra una condanna preventiva e senza appello.
Cordiali saluti

La mia personale posizione si basa su centinaia di volumi letti in varie lingue su Dalí, in base alle mie conversazioni avute con persone all'interno della Fondazione e dopo aver visto le foto del presunto figlio sul suo sito personale che (a mio parere) non è con il vero Dalí accanto al letto.

Ripeto, è la mia personale opinione e non tento di convincere nessuno... ci mancherebbe!
avatar
LucaMenes
FONDATORE
FONDATORE


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  Carlo il Dom Dic 02, 2012 9:42 pm

Rosas, grazie mille per il riferimento che hai trovato sul libro “La mia vita segreta” all’oggetto surrealista creato da Dalí e Gala, di cui posto la foto

Mi faresti però capire quale nesso trovi tra l’oggetto in questione creato nel 1936 e la nascita di un presunto figlio avvenuta 4 anni dopo un intervento di isterectomia? Cioè, ma che c'entra?
E poi, vabbè che Gala è Gala e io la adoro, ma mica è la Madonna?!

Qui mi pare che nessuno si stia accanendo contro nessun altro, Luca ha semplicemente detto la verità, ero con lui quando a Figueres alla Fondazione ci fu detto che Dalí e Gala non ebbero figli, e anche Dragunoff non ha commesso nessun crimine aggiungendo su wikipedia che la notizia è “senza fonte”, e in effetti neanche io ho mai letto di un figlio su nessuno dei libri in mio possesso.

Personalmente ti dico questo, figlio o non figlio, la verità è che non me ne frega niente. Per esempio, mi piace tanto anche Bob Marley, ma che abbia avuto un figlio legittimo (Ziggy), mi lascia totalmente indifferente, figuriamoci quanto me ne può fregare di un figlio presunto.

Posso dirti solo che ho visto le cose che dipinge e secondo i miei gusti personali… non mi dicono niente.

P.S.: se è possibile, mi piacerebbe che su questo forum si torni a parlare di Salvador Dalí, delle sue opere meravigliose, della sua genialità e originalità, della sua straordinaria tecnica pittorica, e delle notizie che lo riguardano, invece che star qui e perdere tempo a discutere sul peso specifico dell’aria fritta. Grazie
avatar
Carlo
Affezionato
Affezionato


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Dalì & Son

Messaggio  rosas il Lun Dic 03, 2012 1:23 pm

Carlo ha scritto:Rosas, grazie mille per il riferimento che hai trovato sul libro “La mia vita segreta” all’oggetto surrealista creato da Dalí e Gala, di cui posto la foto

Mi faresti però capire quale nesso trovi tra l’oggetto in questione creato nel 1936 e la nascita di un presunto figlio avvenuta 4 anni dopo un intervento di isterectomia? Cioè, ma che c'entra?
E poi, vabbè che Gala è Gala e io la adoro, ma mica è la Madonna?!

Qui mi pare che nessuno si stia accanendo contro nessun altro, Luca ha semplicemente detto la verità, ero con lui quando a Figueres alla Fondazione ci fu detto che Dalí e Gala non ebbero figli, e anche Dragunoff non ha commesso nessun crimine aggiungendo su wikipedia che la notizia è “senza fonte”, e in effetti neanche io ho mai letto di un figlio su nessuno dei libri in mio possesso.

Personalmente ti dico questo, figlio o non figlio, la verità è che non me ne frega niente. Per esempio, mi piace tanto anche Bob Marley, ma che abbia avuto un figlio legittimo (Ziggy), mi lascia totalmente indifferente, figuriamoci quanto me ne può fregare di un figlio presunto.

Posso dirti solo che ho visto le cose che dipinge e secondo i miei gusti personali… non mi dicono niente.

P.S.: se è possibile, mi piacerebbe che su questo forum si torni a parlare di Salvador Dalí, delle sue opere meravigliose, della sua genialità e originalità, della sua straordinaria tecnica pittorica, e delle notizie che lo riguardano, invece che star qui e perdere tempo a discutere sul peso specifico dell’aria fritta. Grazie

ti ringrazio della risposta e mi permetto di condividere per l'ultima volta con te il mio pensiero :

Il nesso potrebbe essere che Dalì, nel creare l'oggetto in questione, come è piuttosto evidente nel passo successivo... allude o così potrebbe sembrare, all'intervento chirurgico che subirà Gala nel 1936... ai seni...e se fu operata per un tumore ai seni come asserisce nel suo libro Dalì... potrebbe esserci un madornale equivoco. Mi sono permessa di inserire il mio commento perchè all'epoca (novembre1984) me lo ricordo come se fosse ieri... ero a Barcelona e in televisione al TG nazionale di TVE ripresero, mentre scendeva dall'aereo il figlio di Dalì del quale non avevo mai sentito parlare... per questo il giorno seguente mi precipitai a Figueres ed ebbi modo di vedere dal vivo questo signore con i baffi, seguito da una moltitudine di fotografi e giornalisti e che dopo aver visitato velocemente il museo, girò l'angolo per inserire un suo scritto nel portone della Torre Galatea, sempre seguito da un codazzo di curiosi, si recò in un negozio di fiori, acquistò un mazzo di Lilyum gialli tigrati per depositarli sulla tomba della madre nel castello vicino, ove da allora c'è sempre un mazzo degli stessi fiori... la cosa impressionante è che al suo passaggio la gente si alzava in piedi esclamando: Dalì! Il giorno seguente, tutti i giornali parlavano di questo accadimento...e la qual cosa continuava ad incuriosirmi ulteriormente... acquistai diverse riviste e quotidiani e con maggior stupore appresi che il segretario generale della Fondazione, quel tale Francisco Verges... assieme alla sua consorte, la sera precedente della inconsueta visita al Museo, si erano precipitati in un appartamento di Barcelona (147 kilometri circa da Figueres) per incontrare questo Josè Van Roy Dalì, intrattenersi con lui per alcune ore di fronte a vari testimoni spiegando con documenti alla mano contenuti in una ventiquattrore, che per decisione di Gala lui era divenuto il segretario generale della Fondazione e in passato era stato anche direttore di una banca in cui i Dalì avevano un conto corrente... inoltre i due coniugi,alla vista di un documento in cui i Dalì riconoscevano questo Josè come loro figlio...dopo aver riconosciuto le firme di Gala e di Dalì come autentiche... e specificando che Gala quando firmava assegni in territorio spagnolo siglava Elena e in territorio francese Helena appunto con la H iniziale...parlottando in francese pensando che le persone presenti non comprendessero tale idioma... dissero quasi per conforto: non può essere figlio di Dalì... più facile sia figlio di Gala... e poi: Dalì dice molte cose e subito dopo le smentisce... ma il fatto che mi fece addirittura sussultare (sempre appreso dalla stampa locale) è che i coniugi Verges smentirono con la stampa tali accadimenti e l'incontro notturno...ma vennero a loro volta smentiti pubblicamente da alcuni giornalisti dell'Agenzia giornalistica iberica EFE che li avevano pedinati... ed'è così, che più di qualche domanda sorge più che spontanea...
P.S. Anche a me piace parlare e apprendere di più argomenti su Dalì.. se avevate tale piacere, potevate continuare a farlo senza introdurre argomenti emblematici e magari illazioni su persone fisiche che vivono del proprio lavoro... correndo il rischio di creare a terzi involontariamente?... più di qualche danno gravissimo e irreparabile. Con tutto il rispetto:che senso ha proporre un argomento dubbio e nebuloso se si è fermamente convinti che sia aria fritta? Cui prodest?
Cordialmente

rosas
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  Carlo il Lun Dic 03, 2012 5:41 pm

Rosas, sono io che ringrazio te x rassicurarmi che questa è stata l’ultima volta che hai condiviso un tuo pensiero con me. Ma io non ho mai letto su nessuna biografia, né tantomeno nel libro “La mia vita segreta” di un intervento ai seni.
Non ho ben capito se nel passaggio successivo dove parla dell’oggetto surrealista, Dalí, allude, o è evidente, o così potrebbe sembrare, o asserisce... mamma mia che confusione, sono quattro cose completamente diverse! Ma fa nulla, un mio consiglio però è di rileggere il libro.

Se con il tuo racconto, che ho trovato abbastanza noioso, hai provato a convincermi di qualcosa, quando ti ho già detto che non me ne frega niente, allora te lo ripeto… non me ne frega niente!

Sono una persona intelligente a cui le notizie di gossip non sono mai interessate, e che preferisce trascorrere il suo tempo libero facendo cose ben più costruttive, invece di precipitarsi a 147Km di distanza per pedinare un signore con i baffi e vedere quali fiori compra, dove li porta, ecc… per quanto mi riguarda se è ciò che ti fa piacere, sei liberissima di precipitarti, lasciarti stupire o farti impressionare, incuriosirti e sussultare, e continuare a farti tutte le domande che vuoi.

Posso solo dirti che se in questo argomento, che sembra ti stia molto più a cuore di quanto dici (non sono stupido e ci metto poco a fare 1+1=2, ma preferisco stare al gioco… ci siamo capiti no?), hai trovato illazioni o persone intenzionate a voler recare danni gravissimi e irreparabili a chicchessia, beh per me allora sei più svitata di una fabbrica di bottiglie!

Spero solo ora tu tornerai a NON seguirci, esattamente come hai fatto fino a ieri.
Per me l'argomento è chiuso.
Buona fortuna
avatar
Carlo
Affezionato
Affezionato


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  LucaMenes il Lun Dic 03, 2012 11:35 pm

rosas ha scritto:P.S. Anche a me piace parlare e apprendere di più argomenti su Dalì.. se avevate tale piacere, potevate continuare a farlo senza introdurre argomenti emblematici e magari illazioni su persone fisiche che vivono del proprio lavoro... correndo il rischio di creare a terzi involontariamente?... più di qualche danno gravissimo e irreparabile.

Riguardo alle illazioni su persone fisiche che vivono del proprio lavoro e il correre il rischio di creare danni a terzi vorrei citare proprio la persona in questione che dalle pagine di un quotidiano ha così detto:

"Ma perche' fornire dimostrazioni? . domanda Dali' .. A me non dispiace che il dubbio rimanga. Voglio essere considerato per le mie opere". Jose' Van Roy Dali'

Se vuole che il dubbio rimanga significa che probabilmente accetta anche chi non crede alla sua storia.

L'unica cosa che mi dispiace di tutto questo è che dal lontano 2009 tu abbia scritto solo 2 messaggi questa settimana così precisi e articolati su questo argomento e non abbia mai partecipato attivamente a tutti gli altri ben più interessanti! Suspect
avatar
LucaMenes
FONDATORE
FONDATORE


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  rosas il Mar Dic 04, 2012 12:22 pm

LucaMenes ha scritto:
rosas ha scritto:P.S. Anche a me piace parlare e apprendere di più argomenti su Dalì.. se avevate tale piacere, potevate continuare a farlo senza introdurre argomenti emblematici e magari illazioni su persone fisiche che vivono del proprio lavoro... correndo il rischio di creare a terzi involontariamente?... più di qualche danno gravissimo e irreparabile.

Riguardo alle illazioni su persone fisiche che vivono del proprio lavoro e il correre il rischio di creare danni a terzi vorrei citare proprio la persona in questione che dalle pagine di un quotidiano ha così detto:

"Ma perche' fornire dimostrazioni? . domanda Dali' .. A me non dispiace che il dubbio rimanga. Voglio essere considerato per le mie opere". Jose' Van Roy Dali'

Se vuole che il dubbio rimanga significa che probabilmente accetta anche chi non crede alla sua storia.

L'unica cosa che mi dispiace di tutto questo è che dal lontano 2009 tu abbia scritto solo 2 messaggi questa settimana così precisi e articolati su questo argomento e non abbia mai partecipato attivamente a tutti gli altri ben più interessanti! Suspect

ebbene, visto che non mi sembra giusto lasciare il forum senza una mia risposta, ribadisco quanto detto in precedenza... in passato ho apprezzato enormemente questa iniziativa del Forum e ho veramente gradito arricchire e approfondire ulteriormente la mia conoscenza su un Artista geniale all'eccesso e talmente fantastico e peculiare... in grado di brillare per sempre sui contemporanei di ogni epoca a venire. Ho seguito i numerosi dibattiti su ogni argomentazione, restando al mio posto e senza mai intervenire in proposito... forse un po' per timidezza e in gran parte per l'importanza e l'interesse per gli argomenti trattati... fino a quando, appunto nei pressi del 2009, come accennavo precedentemente... ho avuto modo di assistere (quelle furono le mie impressioni) ad un vero e proprio linciaggio virtuale degenerante ... "esportato" successivamente anche su un altro sito... sempre nei confronti di questo Josè Van Roy Dalì... ai limiti e forse oltre, di un vero e proprio stalking telematico che, anche se ( come si suol dire a Roma) non me ne potrebbe fregare di meno... non solo perché non mi riguarda da vicino... ma anche perché se di "nebulosa questione" si tratta...non riesco a comprendere il nesso logico con il "paradiso della genialità daliniana". Inoltre la cosa in se mi deluse come comune spettatrice. E oggi, con tutto il rispetto, la mia poco importante delusione si è acuita e adombrata ulteriormente...a causa di alcune considerazioni, probabilmente per eccesso di personale sensibilità... e me ne scuso: "Ma perché.fornire dimostrazioni? domanda Dalì... A me non dispiace che il dubbio rimanga. Voglio essere considerato per le mie opere"... A mio avviso, uno può in prima persona e liberamente desiderare quel che crede... ma un conto è accettare chi non crede nella sua storia e un conto è accettare di essere preso di mira e deriso gratuitamente e fatto bersaglio non certo sulle sue opere... bensì su argomenti piuttosto delicati... magari con il maldestro risultato di offendere anche la fulgida memoria di Dalì .
P.S. In merito all'intervento di Carlo, che ha trovato il mio racconto noioso... vorrei ricordare allo stesso che, aprendo tale argomento, non meno noioso del mio...è facile leggere, nemmeno tanto profondamente tra le sue righe...tutt'altro che l'indifferenza enunciata di uno cui non frega niente... io non sono interessata a convincere nessuno ... mi sono limitata a narrare dei fatti vissuti in prima persona e ad esprimere la mia opinione senza offendere nessuno...ma, in fondo... una bottiglia svitata ha il pregio, a differenza di altri vuoti a perdere, di accettare il proprio ruolo di "contenitore senza pretese"... invece di grondare maldestramente arroganza e presunzione.
Cordiali saluti
Rosas

rosas
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  potris il Mar Dic 04, 2012 3:24 pm

Ciao a tutti, vi seguo sempre anche se partecipo di meno alle discussioni.
Sono sinceramente sorpresa di trovare questi toni, mi dispiace.
Rosas, capisco che tu possa decidere di abbandonare il forum, nessuno può decidere al posto di un altro di partecipare o meno, a parte casi di bannaggio (scusate l'orrenda parola), ma non è questo il caso. Ad ogni modo, vorrei solo farti notare che, proprio perché tu non hai mai partecipato attivamente ad alcuna discussione, la tua decisione può avere degli effetti solo su di te. Al forum non mancherà nulla, e non lo dico con cattiveria, ma è un dato di fatto (io stessa ultimamente non ho partecipato, quindi non ho apportato nulla al forum); a te invece verranno a mancare informazioni che i vari utenti del forum continuamente riportano, notizie di mostre, rassegne stampa, novità su libri e chi più ne ha più ne metta, non c'è nemmeno bisogno di elencare i contenuti del forum. Quindi, in definitiva, il tuo sembra solo un gnegnegnè un po' infantile, una punizione inflitta al forum, di cui il forum, però, non si accorgerà.
Riguardo la questione, come Luca io non vedo alcun accanimento, ma semplicemente un riportare i fatti: e i fatti non sono se questo signore sia davvero figlio di Dalì, ma che lui dice di sì e che la Fondazione nega. Il tuo racconto, in questo senso, poteva anche essere considerato un fatto, se non l'avessi condito con tutto il resto.
avatar
potris
Forumista Stellare
Forumista Stellare


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  Carlo il Mar Dic 04, 2012 5:43 pm

Ciao Potris! Very Happy

Voglio scusarmi se anche il mio alzare un po’ i toni ti ha arrecato dispiacere.

Purtroppo è un lato del mio carattere che non sono mai riuscito a modificare, sono fatto così, se qualcuno accusa ingiustamente me o i miei amici (e quando dico amici intendo sia voi del forum, sia le persone meravigliose conosciute alla Fondazione a Figueres) di cose mai dette o fatte, mi va tutto il sangue al cervello!

Ma sono felice che tutto ciò sia servito a farti tornare attivamente tra noi.
Bentornata cara! Wink
avatar
Carlo
Affezionato
Affezionato


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Dalì & Son

Messaggio  rosas il Mar Dic 04, 2012 6:26 pm

Carlo ha scritto:Ciao Potris! Very Happy

Voglio scusarmi se anche il mio alzare un po’ i toni ti ha arrecato dispiacere.

Purtroppo è un lato del mio carattere che non sono mai riuscito a modificare, sono fatto così, se qualcuno accusa ingiustamente me o i miei amici (e quando dico amici intendo sia voi del forum, sia le persone meravigliose conosciute alla Fondazione a Figueres) di cose mai dette o fatte, mi va tutto il sangue al cervello!

Ma sono felice che tutto ciò sia servito a farti tornare attivamente tra noi.
Bentornata cara! Wink


Gentilissima Potris, forse a volte mi spezzo ma non mi spiego... e sovente me ne dispiace... lungi da me l'idea di abbandonare il forum... in passato ho seguitato con passione e con una certa umiltà...a leggere senza intervenire e non mi ha mai nemmeno sfiorato la presunzione di ritenere la mia partecipazione importante con o senza un mio scritto... a me piace più ascoltare, soprattutto quando il discorso è interessante e costruttivo. Quanto descritto (senza alcuna pretesa) non era un mio racconto... ma una relazione sugli accadimenti iberici...in parte vissuta e in parte riportata su autorevoli riviste e quotidiani del tempo... e il tutto assolutamente privo di pretesa da parte mia di convincere qualcuno e tanto meno di inibirne l'intelligenza. A parte questo caloroso scambio di opinioni, continuerò a seguirvi perchè per me è un piacere... e poi, sinceramente delle figliolanze vere o presunte dei vip...in fondo non me ne è fregato mai davvero più di tanto e non ho alcuna simpatia in genere ,dei cosìdetti figli di papà... sono davvero insopportabili... alla stregua di certe piccole meschine umane cattiverie, di cui farsene vanto con ostentazione, costituite da insipide ripicche e deprecabili azioni... roba da artisti minori... Mi è sempre piaciuto Dalì anche per il divario abissale che lo distanziava anni luce dai suoi contemporanei...
Cordialmente
Rosas

rosas
Novizio
Novizio


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvador Dalì & suo figlio.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum