BREVE CRONOLOGIA..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

BREVE CRONOLOGIA..

Messaggio  LucaMenes il Ven Ago 01, 2008 7:18 am

Salvador Felipe Jacinto Dalí nacque a Figueras (Spagna) l'11 maggio 1904, dal notaio Salvador Dalì y Cusi e da Felipa Domènech. La sua nascita avvenne 9 mesi dopo la morte del fratello maggiore, anche lui chiamato Salvador, un evento che sembra aver gettato un'ombra su tutta la vita del Maestro. Egli trascorse la giovinezza tra Figueras, Barcellona e Cadaques, dove la sua famiglia possedeva una casa.
Nel 1910 a soli sei anni Dalì realizzò il suo primo dipinto.
Nel 1916 inizia gli studi secondari con i Maristi di Figueras e frequenta la scuola municipale di disegno.
Nel 1921 frequenta la scuola di Belle Arti a Madrid, incontra il poeta Federico García Lorca e il regista Luis Buñuel, che diverrà uno dei suoi migliori amici. Fu espulso dalla scuola due volte. Così più tardi scrisse nella sua biografia: "Il desiderio costante e sistematico di fare ad ogni costo l'opposto rispetto a quello che facevano gli altri mi spinse a stravaganze, che presto divennero note nella cerchia artistica...".
Nel 1925 Dalí tenne la prima personale alla Galleria d'avanguardia Dalmau a Barcellona. Fece dei viaggi a Bruges, Bruxelles e poi a Parigi ove incontrò Picasso.
Durante la seconda esposizione alla Galleria Dalmau alla fine del 1926, egli espose opere neo-cubiste e realiste.
Nel 1927 Dalì creò la sceneggiatura per il dramma di Lorca Mariana Pineda, in scena presso il Teatro Goya di Barcellona. Nello stesso anno incominciò regolarmente a scrivere per il giornale catalano L'Ami de les Arts.
Nel 1928 pubblicò il Manifesto Groc ("Il Manifesto giallo" o "Manifesto catalano anti-arte") con Lluis Montanyà e Sebastià Gasch che generò varie polemiche. Un dipinto realizzato per il Salone d'autunno alla Sala Parés fu ritirato dal governo catalano con l'accusa di oscenità.
Nel 1929, con Luis Buñuel, si recò a Parigi per realizzare alcune scene del film "Un Chien Andalou", consistenti in alcune sequenze oniriche tra cui la nota scena dell'occhio. Introdotto da Miró nel gruppo dei Surrealisti parigini, fece conoscenza con Paul Eluard e la moglie Gala, che in seguito diverrà sua compagna per tutta la vita. A novembre Dalì tenne la sua prima personale a Parigi, alla Galleria Goemans, l'esposizione lo pose al centro del movimento Surrealista. I dipinti di questo periodo a carattere psicoanalitico manifestano le nevrosi e i traumi infantili dell'Artista.
Nel 1930 Dalì scrisse, illustrò e pubblicò "La femme visible" in onore di Gala. Acquistò la casa di Cadaques in cui visse sino alla morte. Pubblicò anche due importanti testi surrealisti "Reverie", "L'amour et la mèmoire" e "L'Ane Pourri", in cui espose il suo metodo critico-paranoico; più tardi descritto nella "Conquista dell'irrazionale" (tratto da "La Vita Segreta Di Salvador Dalì" - New York 1942) come "metodo spontaneo della conoscenza dell'irrazionale, basato sull'associazione critico-interpretativa del delirio". Il primo dipinto in cui Dalì adottò il metodo critico-paranoico fu nella Metamorfosi di Narciso del 1937.
Nel 1931 alla Galleria Pierre Colle, Dalì espose il dipinto "La Persistenza della Memoria" (conosciuta anche come Orologio Molle).
Nel 1934 Dalì sposò Gala. A novembre si recarono entrambi a New York, ove durante una conferenza al Wadsworth Atheneum Dalì dichiarò: "L'unica differenza tra me e un pazzo è che io sono pazzo". Nello stesso anno fu presentata la prima personale in Gran Bretagna alla Galleria Zwemmer di Londra.
Nel 1936 i suoi dipinti furono esposti in due importanti collettive: Fantastic Art, Dada and Surrealism al MOMA di New York, e International Surrealist Exhibition alla Galleria New Burlington di Londra.
Nel 1937 Dalí visitò l'Italia, ospite del milionario mecenate inglese Edward James. Nel 1938 a Londra conobbe Sigmund Freud.
Dal 1940 al 1948 Dalì visse negli Stati Uniti, ove divenne una figura centrale del Jet set Newyorkese, ritraendo personaggi dell'alta società americana. André Breton rappresentante del movimento Surrealista, con cui Dalí litigò, coniò per lui l'anagramma 'Avida Dollars', per definire l'ossessione di Dalì nell'accumulare denaro. Nel 1942 fu presentata al Museum of Modern Art (MOMA) una retrospettiva dell'Artista che in seguito proseguì per altre otto città americane.
Nel 1945 Dalì collaborò con Alfred Hitchcock per la sequenza del sogno nel film Spellbound.
Nel 1947 fu presentata una personale al Museo d'Arte di Cleveland. Nel 1948 Dalì tornò in Spagna e divenne grande sostenitore del Generale Franco, si convertì al Cattolicesimo. I temi religiosi entrano a far parte della sua opera artistica.
Nel 1951 Dalì scrisse il Manifesto Mistico. In questo periodo dipinse il Cristo di San Giovanni della Croce.
Nel 1952 Dalì scrisse contro il socialismo "Verità e falsità". Dipinse le tavole della Divina Commedia di Dante.
Nel 1954 Dalì presentò una retrospettiva a Palazzo Pallavicini, Roma, che successivamente toccò le città di Milano e Venezia.
Nel1956 Dalì incontrò Franco al Museo del Prado. In Dicembre iniziò ad illustrare a Montmartre alcune delle litografie del Don Chisciotte.
Nel 1957 l'intera serie del Don Chisciotte fu pubblicata da Joseph Foret e presentata al Museo Jacquemart-Andrè di Parigi.
Nel 1958 Dalì e Gala si sposarono religiosamente con rito cattolico a Montrejic, Spagna, e nel 1959 Dalì si recò in visita da Papa Giovanni XXIII.
Nel1964 Dalì ricevette la Gran Croce da Isabella la Cattolica.
Nel 1965 un'importante retrospettiva dell'Artista fu presentata al MOMA di New York. Nello stesso anno Dalì iniziò ad illustrare le tavole della Bibbia .
Nel 1966 Dalì realizzò 7 punte - secche per illustrare la Tauromachia e il Paternoster per l'editore Rizzoli.
Nel 1967 Dalì realizzò la scultura Dragone-Cigno-Elefante, le illustrazioni dei Poèmes di Mao Tse Tung e dei Poèmes Secrets di Apollinaire.
Nel 1968 Dalì illustrò Les Amours de Cassandre.
Nel 1971 si inaugurò Il Museo Dalí a Cleveland, Ohio, che riunisce tutt'oggi varie opere della collezione privata di Reynolds Morse.
Nel 1973 Dalì realizzò le litografie del Faust e di Gargantua et Pantagruel per l'editore Celmai e Roj Je t'attend à Babylone per l'editore Skira.
Nel 1974 venne inaugurato a Figueras il Teatro Museo di Dalì. Nello stesso anno Dalì illustrò con 12 punte secche i Cinquant'anni dopo il Surrealismo.
Nel 1975 venne presentato ad Avoriaz (Francia) la prima parte del film "Voyage in haute Mongolie" realizzato da Salvador Dalì. Nello stesso anno l'Artista cominciò la lavorazione delle sculture della collezione Clot.
Nel 1980 una grande retrospettiva fu inaugurata alla Galleria Tate di Londra.
Nel marzo 1982 viene inaugurato a San Petersburg in Florida, il museo di Salvador Dalì fondato da A. Reynolds Morse. Il 10 giugno Gala, sua musa ispiratrice e compagna per più di mezzo secolo, muore nell'ospedale di Barcellona. Il giorno seguente con cerimonia privata Gala viene sepolta nel castello di Pubol. Alcuni giorni dopo Dalì riceve La Gran Croce di Carlo III, la più alta onorificenza dello Stato Spagnolo. Nello stesso anno Dalì porta a termine le sculture della collezione Clot.
Nel 1984 in un incendio al castello di Pubol, Dalì rimane seriamente ustionato.
Nel 1988 si inaugura per la prima volta in Russia, una personale di Dalì presso il museo Puskin di Mosca.
Il 23 gennaio 1989, Dalì muore all'età di ottantaquattro anni di un colpo apoplettico. Il suo corpo viene sepolto nella cripta del Teatro Museo di Figueras. Nelle sue ultime volontà lascia tutti i suoi averi allo Stato Spagnolo.
avatar
LucaMenes
FONDATORE
FONDATORE


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum